sabato 11 maggio 2013

"Sell in May and go Away"?

Un vecchio adagio di borsa, che sugli adagi e gli aforismi vive (con l'occasione vi invito a visitare l'apposita sezione del blog), recita "Sell in May and go Away". Che significa, tradotto, "Vendi in Maggio e vattene Via". Negli anni io questo adagio l'ho ribattezzato, con un gioco di parole, "Sell in May and go Hawaii", quindi "Vendi in Maggio e vattene alla Hawaii (a goderti i soldi delle sudate plusvalenze!). Il fatto è che la frase, ormai proverbio, ha un'impressionante serie statistica a supportare l'assunto. Come potete vedere dal grafico che allego, chi avesse investito i propri risparmi sul Dow Jones dal 1° Maggio al 31 Ottobre (LINEA ROSSA) e poi avesse disinvestito tutto, rimanendo liquido, per il restante periodo dell'anno avrebbe preso delle batoste durissime, perdendo un sacco di soldi.
Chi invece avesse fatto l'esatto contrario, quindi comprando titoli del DJ dal 1° Novembre fino al 30 Aprile (LINEA VERDE), per poi rimanere completamente liquido nei restanti mesi avrebbe ottenuto risultati straordinari.
L'adagio si fonda sulla stagionalità delle borse, che nel periodo primaverile tendono a correggere i rialzi dei primissimi mesi dell'anno.
Naturalmente non tutti gli anni è così, e questo 2013, per come è partito Maggio, sembra confermarlo. Le borse vivono un buon momento ma una correzione ci starebbe tutta, anche considerando che raggiunti nuovi massimi (come per lo stesso Dow Jones), un ritracciamento a "testare" è nelle cose.
Staremo a vedere, nel frattempo se qualcuno a Maggio ha già in tasca un biglietto per le Hawaii che si degni di mandare almeno una cartolina....


Si è verificato un errore nel gadget

Calcolatrice