martedì 21 maggio 2013

Si va di Spinnaker....ma....

Lo Spinnaker è un tipo di vela che viene usato quando c'è vento forte. Vento buono. Di poppa. Si usa per andare più velocemente possibile. In questo periodo i mercati azionari tengono issato lo spinnaker. Va tutto bene. La borse salgono, e quando correggono lo fanno dolcemente. Non ci sono particolari brutte notizie e anche l'orizzonte è terso. Le economie d'oriente e d'occidente, Europa a parte, vanno benino. Non benissimo per gridare all'euforia; non malissimo per cadere in depressione. Quel "benino" che serve per far salire i corsi senza ubriacature folli.
Il Dow Jones ha passato agevolmente 15.000 punti (ma andrà a "testare", come ho scritto); il Dax ha sfondato 8.000. Goldman Sachs addirittura prevede 1750 punti a fine anno per lo S&P 500. Anche i mercati obbligazionari vanno bene. Marcia meno trionfale dell'azionario ma assolutamente sostenuta. 
Durera?.
La domanda ha una risposta certa: No. Ma non perchè non possa andare avanti ancora così per molto; semplicemente perchè non potrà andare avanti così per sempre. 
John Templeton diceva: " Il Toro (rialzo) sui mercati azionari nasce con il pessimismo, cresce con lo scetticismo, invecchia con l'ottimismo e muore con l'euforia".
Pessimismo, scetticismo, ottimismo, euforia. In quale di queste quattro fasi siamo è la domanda delle domande. Quella delle 100 pistole fumanti.
Personalmente penso che siamo nella fase dell'ottimismo. Naturalmente guardando all'universo "mondo" e non al recinto europeo, o ancora a quello più piccolo dell' Italia.
Insomma, immagino ancora una fase piuttosto lunga dell'ottimismo e poi l'ultima gamba di rialzo dell'euforia. Ma questo ad oggi, e forse a domani. Perchè queste quattro fasi, per quanto mi riguarda, hanno una durata temporale di tipo "piramidale". La fase del pessimismo è  la più lunga, quella dell'euforia la più corta. Nel primo caso si può andare avanti per anni, nel secondo poche settimane (bolla internet del 2000 docet). Sono le fasi di mezzo, scetticismo ed ottimismo, le più proficue e le più stabili.
Da vento in poppa, appunto. 



Si è verificato un errore nel gadget

Calcolatrice