Aumenta l'IVA.

Come avevo scritto questa doveva essere la settimana decisiva per il tormentone sull'aumento o meno di un punto percentuale di IVA (dal 21 al 22%).
A quanto pare il governo non è riuscito a trovare 1 miliardo di euro per coprire il mancato gettito all'erario previsto dall'aumento e quindi.....aumento sarà.
Mi pare assurdo che su un bilancio di spesa pubblica di oltre 800 mld annui non si riesca a fare tagli per 1 mld (0,1% o poco più..). E mi pare ancora più assurdo e surreale pensare a come potremo, nel 2014, fare tagli per oltre 20 mld all'anno. Perchè questo è l'impegno che ci siamo presi con il "Fiscal Compact", di cui naturalmente nessuno parla, anche perchè sconosciuto ai più.
L'aumento dell'IVA, come è facilmente comprensibile, comporterà una ulteriore riduzione dei consumi ed una ulteriore "spinta" ad evadere l'imposta. E pensare che l'hanno capito anche in Grecia, dove, udite udite, per rilanciare uno dei pochi settori che ancora vanno, il turismo, hanno deciso di diminuire l' IVA al 10% sulla ristorazione.

p.s.: stasera finalmente conosceremo la decisione tanto attesa della Fed in ordine al tapering. Appena il quadro sarà chiaro farò un post di commento.


Post popolari in questo blog

Le Porte di Tannhäuser

Finanza Comportamentale: l'Overconfidence

Il "Rosso e il Nero" di Alessandro Fugnoli