martedì 24 settembre 2013

Telecom agli spagnoli per un piatto di lenticchie

Se avevamo bisogno di una ulteriore prova del declino del nostro paese oggi ce ne è stata servita una di primissimo ordine: Telecom Italia, ex gloriosa azienda telefonica, arrivata decenni fa ad essere tra le più importanti compagnie di telecomunicazioni del mondo è stata SVENDUTA, per un piatto di lenticchie, al gruppo spagnolo Telefonica.
Telecom Italia rappresenta bene un certo capitalismo selvaggio e d'accatto che ha divorato questo paese. Era una compagnia forte, in grande salute, con un ricchissimo cash flow, moltissimi brevetti ed un ottimo gruppo dirigente. 
Poi lo spoglio, sistematico, infinito. Gli scorpori,poi le fusioni, con l'inopinata fusione di Tim in Telecom (la "mucca" Tim, l'azienda piena di cash da versare alla sorellastra). L'acquisizione della maggioranza con complesse operazioni finanziarie al termine delle quali personaggi con lo 0,1% del capitale diventano azionisti di maggioranza.
E poi, per spolpare per bene il cadavere, mega stipendi senza logica, politiche commerciali assurde, intromissioni di ogni genere della politica nelle sue forme più becere.Nessuna voglia di fare impresa, nessun interesse a fare business. Solo l'esigenza di spartire, il più voracemente possibile, dividendi e prebende di ogni genere. Oggi il conto. Un altro importantissimo pezzo dell'economia italiana in mano straniera.
Ribrezzo e disgusto.
P.S.: anni fa Telecom in borsa quotava 7 euro. Oggi vale 59 centesimi di euro......


Si è verificato un errore nel gadget

Calcolatrice