Time for fireworks!

"Time for fireworks: Dow tops 17000!" è il titolo di apertura odierno dell'edizione online del portale economico-finanziario della Cnn.  "E' tempo di fuochi d'artificio", dunque. Ebbene si, "finalmente" ieri sera il Dow Jones, l'indice azionario americano delle 30 principali società quotate a Wall Street ha toccato e chiuso sopra questa fatidica soglia per la prima volta nella sua storia.
Precisamente 17.068,26. Nuovo massimo assoluto. E pure lo S&P 500 non scherza, essendosi portato ormai a ridosso della poderosa soglia psicologica dei 2.000 punti. 
Il carburante a questa fiammata rialzista è di origine piuttosto....ignota. I dati economici che continuano ad arrivare da oltre oceano sono contraddittori, come è sempre stato negli ultimi mesi. Continua a scendere la disoccupazione ma il Pil del primo trimestre è stato terribile (-2,9%!). Continuano a migliorare alcuni indici manifatturieri ma l'immobiliare resta sostanzialmente al palo. La Fed riduce gli stimoli monetari ma lascia ampiamente capire che di aumento dei tassi non si parlerà prima del 2016. In più, non c'è traccia di inflazione in tutto il mondo, perchè come ho scritto la moneta non circola. E non circola perchè non si consuma.
Dunque un quadro decisamente grigio, eppure le borse continuano, seppur non in forma euforica come accadde alla fine del millennio, a salire.
A questo punto credo che andrà bene ancora un pò, ma poi una nuova correzione, la seconda dell'anno, sarà di nuovo inevitabile. 
Godiamoci il momento, ma allerta massima. I fuochi d'artificio sono bellissimi, ma non durano a lungo...




Post popolari in questo blog

Le Porte di Tannhäuser

Finanza Comportamentale: l'Overconfidence

Il "Rosso e il Nero" di Alessandro Fugnoli