lunedì 28 gennaio 2013

I dieci Comandamenti!!

Lo scandalo che in questi giorni sta travolgendo Monte dei Paschi di Siena (per nulla improvviso, ma anzi ampiamente e con larghissimo anticipo previsto) deve essere un monito a tutti gli investitori, grandi o piccoli, su alcune buone regole da seguire per i propri risparmi ed il loro impiego.
Come Gesù diede a Mosè i dieci comandamenti, io rimetto a voi le regole auree del buon investitore (giusto per fare un parallelismo che mi pare calzante!. Ovviamente scherzo...):
1) Semplicità. Investite in prodotti di cui capite il funzionamento, anche se per sommi capi. Quello che non capite non lo comprate.
2) Diversificazione. Mai investire tutti i propri risparmi in un solo asset (immobiliare, azioni, obbligazioni, materie prime, etc): vale il "principio dell'orto" ; sarebbe del "giardinetto" ma io uso il termine orto perchè mi pare più appropriato (!). Una coltivazione può non dare frutti, o darne di marci. Se ne pianti dieci tipi diversi, se non altro grazie alla pura statistica, qualcuno andrà certamente bene.
3) Trasparenza. Investite in prodotti chiari, trasparenti, facilmente verificabili in rete.
4) Performances. I vostri soldi sono il frutto del vostro sudore: una volta scelto l'asset, scegliete il meglio in circolazione che soddisfi quello stesso asset.
5) Costi. Siano proporzionati al valore di quello che avete sottoscritto. Se il prodotto è il top nel suo settore e costa molto vale il detto "più spendo meno spendo". Se il prodotto è scadente in primo luogo non merita di essere comprato ed in secondo luogo, se proprio volete farlo vostro, che i costi siano minimi o azzerati. Inoltre, che questi ultimi siano trasparenti e non occulti. 
6) Informazione. La finanza è una materia complessa. E lo diventa sempre di più. Un pochino bisogna studiare!.
7) Interlocutore. Cercate un interlocutore che vi sembri affidabile, preparato e che sia presente nell'assistervi. E' normale che possa sbagliare anche lui, ma se accadrà lo avrà fatto in buona fede.
8) Personalizzazione. Ogni investitore ha un rapporto con i propri soldi diverso da tutti gli altri. Come le impronte digitali di ogni essere umano. E' fondamentale che ciò che avete sottoscritto sia perfettamente aderente alle vostre esigenze ed alla vostra propensione di rischio. Pensate all'abito sartoriale: ecco, un investimento perfetto deve calzarvi a pennello.
9) Camaleonticità. Sappiate cambiare; un investimento non è per sempre. Ciò che va bene oggi non è detto che vada bene per il futuro. Il mondo cambia continuamente, e con esso la finanza. Sappiate farlo anche voi, mantenendo però il vostro "stile" (a proposito di abito sartoriale di cui al punto precedente...).
9) Freddezza. Ogni investimento "respira", ha delle oscillazioni di prezzo fisiologiche. Quando sono normali non bisogna farsi prendere dall'emotività, nel bene e nel male.
10) La messa è finita....andate in pace....





Si è verificato un errore nel gadget

Calcolatrice