LTRO: partono i primi rimborsi del prestito

Come ricorderete la BCE, nel dicembre del 2011 e poi ancora nel Febbraio/Marzo 2012 avviò un'importante politica economica espansiva, nel tentativo di "pompare" liquidità all'interno di un sistema bancario in grande difficoltà. Per fare tutto ciò creò il cosiddetto "Long Term Refinancing Operation (LTRO)", un colossale piano di prestiti di denaro al tasso dello 0.75% a tutte le banche dell'Unione Europea che ne avessero fatto richiesta. Complessivamente, quasi mille miliardi di €.
Le richieste arrivano massicce. Ben 278 banche chiesero il prestito, che prevedeva una serie di "finestre" temporali durante le quali gli stessi istituti bancari avrebbero potuto restituire, anticipatamente, quanto ottenuto. Pochi giorni fa, al verificarsi della prima finestra di rimborso l'attesa era molto alta. Vedere quante, quali, e per quali importi le banche avrebbero rimborsato i prestiti era un importante indicatore sullo stato di salute delle stesse.
Ebbene, il rimborso complessivo è stato di circa 137 miliardi, pari al 28% di quanto ricevuto nella prima delle due operazioni di LTRO. Un dato leggermente superiore alle aspettative e certamente da valutare con soddisfazione.
Molte banche avevano preso il prestito più a scopo precauzionale che altro, ed allora ad un tasso dello 0,75% non era certo caro. Con il tasso Euribor sceso però violentemente negli ultimi mesi pagare quell'interesse era diventato invece impegnativo, e quindi molti istituti hanno pensato bene di restituire anticipatamente il prestito.
Molte altre banche, però, non hanno approfittato di questa possibilità, evidentemente perchè non hanno potuto farlo. Ciò significa che quel prestito serve ancora. E se ancora serve è evidente che lo stato di difficoltà persiste.






Post popolari in questo blog

Le Porte di Tannhäuser

Finanza Comportamentale: l'Overconfidence

Il "Rosso e il Nero" di Alessandro Fugnoli