Shutdown, Debt Ceiling, enigma Germania, caos Italia

In questi giorni quattro temi scorrono sui desks degli operatori economici. Il primo, come forse avrete letto da qualche parte, riguarda il cosiddetto Shutdown che si è avuto il primo Ottobre negli States. Democratici e Repubblicani non hanno trovato l'accordo (dovevano farlo entro il 30 Settembre scorso) per approvare il bilancio fiscale 2013-2014 e la conseguenza è stata la chiusura, nell'impossibilità di pagare i dipendenti pubblici, di una serie di uffici, più o meno importanti. Molto peggio la fine dei dipendenti stessi, costretti a rimanere a casa. Ma a questo problema credo che Obama saprà mettere una pezza: ha tempo fino a metà mese.
Il secondo tema è sempre americano, e riguarda il Debt Ceiling. Si tratta di alzare il tetto del debito pubblico, perchè, formalmente, così come per lo Shutdown, se non lo si fa di fatto il paese entrerebbe in uno stato di "default tecnico". Anche questo è comunque un "falso" problema: l'accordo si troverà. 
Il terzo tema, la formazione di un governo in Germania, si sta complicando non poco. La Merkel ha qualche difficoltà a mettersi d'accordo con l' Spd per fare la grande coalizione. Ognuno cerca di tenersi le mani libere e mercanteggiare il più possibile. Al momento le parti  sono distanti ma anch'esse troveranno un accordo. Dunque i primi tre punti, grazie alla responsabilità delle forze politiche in campo, seppur litigiose ed intente a fare quanto più possibile i loro (legittimi) interessi, si risolveranno.
Il quarto punto, invece, il Caos Italia, lo vedo molto più difficilmente risolvibile, perchè la nostra classe politica, TUTTA, al momento sembra totalmente sprovvista di senso dello Stato.



Post popolari in questo blog

Le Porte di Tannhäuser

Finanza Comportamentale: l'Overconfidence

Il "Rosso e il Nero" di Alessandro Fugnoli