Black Friday

Oggi, dopo la pausa di ieri, riaprono i mercati americani. Arrivati quasi tutti sui massimi storici (Dow Jones oltre i 16.000 punti, Nasdaq oltre 4.000-era dal 2000 che non si vedevano questi livelli!-S&P oltre 1.800) ci si chiede dove si potrà arrivare da qui alla fine dell'anno. Pochi posts fa avevo scritto che la mia personale sensazione era per un graduale rialzo e mi pare che si stia avverando. Si sale costantemente ma piano, senza sedute con strappi violenti. E questo è molto positivo, perchè i mercati che salgono senza aumento di volatilità di solito forniscono un indice di ottima salute.
Oggi comunque sarà un giorno importante, economicamente parlando. Infatti negli USA si apre ufficialmente la stagione degli acquisti natalizi, e loro sono soliti "festeggiarla" l'ultimo venerdì del mese di Novembre, che viene ribattezzato "Black Friday". Durante questa giornata tutti gli esercenti commerciali, nonchè le grandi catene di distribuzione (anche quelle online), fanno ottimi sconti, che arrivano anche al 50%. E' dunque una giornata che i money manager tengono in grande considerazione, perchè è una sorta di termometro di come andranno i consumi natalizi. E siccome negli USA i consumi rappresentano il 70% del PIL si capisce bene quanto sia importante capire il loro andamento nel periodo più profittevole dell'anno.
La prossima settimana si conosceranno i primi dati e non mancherò di fornirveli.
Black Friday, dunque!.


Post popolari in questo blog

Le Porte di Tannhäuser

Finanza Comportamentale: l'Overconfidence

Il "Rosso e il Nero" di Alessandro Fugnoli