Vicini di Ratings

Oggi sul portale finanza di Yahoo è uscita una "simpatica" classifica dei paesi con i vari ratings sui rispettivi debiti pubblici. L'Italia fa parte di un gruppetto all'interno del quale spiccano realtà  come Lituania e Azerbaigian.
Da notare che l'Irlanda, membro insieme a noi dei "PIIGS" (pigs sta per maiali in inglese; acronimo di Portogallo, Irlanda,Italia, Grecia e Spagna), ha un rating migliore del nostro, "BBB+" contro "BBB". La spiegazione, riportata anche da un articolo uscito oggi sul "Corriere della Sera", è semplice: l'Irlanda quest'anno crescerà dell' 1,3%, grazie ad importanti tagli alla spesa pubblica (quella inutile); noi invece scenderemo di un altro 2%, grazie a decenni di politiche fiscali opprimenti ed a nessun taglio (anzi, aumenta!) della spesa statale.
Negli ultimi anni l'investitore accorto e ben seguito sa bene che molti paesi apparentemente poco affidabili sono invece detentori di ratings molto alti, perchè sostanzialmente privi di debito e ricchi di crescita. Per questo molti fondi obbligazionari globali e flessibili da tempo hanno investito su di loro, con ottime ritorni in termini di performances. Che sono destinate a continuare.
Per fare qualche esempio: il Cile ha un rating "AA+", l'Estonia "AA-", la Polonia "A", il Brasile "A-", il Messico anch'esso "A-".
Il Kazakistan, invece, ha solo "BBB+", ma è davanti a noi.....



Post popolari in questo blog

Le Porte di Tannhäuser

Finanza Comportamentale: l'Overconfidence

Il "Rosso e il Nero" di Alessandro Fugnoli